Ottieni suggerimenti utili, scopri le best practices e rimani aggiornato sulle ultime notizieIl blog di Whistlelink

Approfondimenti dal VP Strategia e Crescita di Whistlelink

Implementera visselblåsardirektivet: Intervju med Whistlelinks VP.

In questa intervista, ascoltate come le aziende che applicano Whistlelink rispondono ai requisiti della direttiva. Soprattutto quando la scadenza per l’implementazione è imminente. Inoltre, informatevi quali sono i Paesi in procinto di adottare la direttiva nella legislazione nazionale e scoprite quali sono le tendenze che i clienti ci comunicano nelle segnalazioni di whistleblowing.

D. Qual è lo stato attuale dei Paesi che adottano la direttiva UE sul whistleblowing?

In questo momento differisce enormemente da Paese a Paese. Alcuni Stati membri dell’UE sembrano aver fatto maggiori passi avanti, mentre altri devono ancora iniziare. Nessun Paese ha completato l’implementazione; alcuni Paesi si stanno avvicinando alla sua attuazione, con leggi nazionali più severe rispetto ai requisiti minimi della direttiva.

Ad esempio, abbiamo visto che la bozza del disegno di legge nella Repubblica Ceca, che ha ormai superato un voto parlamentare, sembra destinata a essere applicata a società a partire da 25 dipendenti. Invece, la direttiva si rivolgeva ad aziende con oltre 50 dipendenti, chiedendo loro di implementare canali di segnalazione interni.

In Danimarca, dove il disegno di legge è stato inviato per consultazione pubblica, i media segnalano che la nuova legge nazionale estenderà il campo di applicazione per includere le segnalazioni di molestie sessuali.

Francia, Germania, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Spagna e Romania sono in fase di consultazione pubblica e finora hanno risposto in modo variegato al progetto di legge. La Svezia ha continuato a progredire con l’introduzione della legge sul whistleblowing nel parlamento e l’Irlanda ha pubblicato il suo documento di modifica sulla legge vigente in materia.

Indipendentemente dall’aspetto finale delle leggi, tutte le nazioni devono proteggere il segnalante di reati o irregolarità richiedendo alle organizzazioni di disporre di canali di segnalazione sicuri.

D. Come reagiscono le aziende alla direttiva?

Stiamo sicuramente assistendo a un aumento delle richieste di informazioni. Le organizzazioni desiderano beneficiare immediatamente di un canale di segnalazione, oppure vogliono assicurarsi che tutti i loro processi interni siano operativi prima della scadenza di fine anno. Tuttavia, ci sono alcune aziende che intendono aspettare un po’ più a lungo per vedere cosa richiede la loro legge nazionale.

Lavoriamo a stretto contatto con i nostri partner in numerosi Paesi, riscontrando questo atteggiamento. I nostri partner sono desiderosi di partecipare subito; pertanto, sono pronti ad offrire un servizio di whistleblowing completo non appena il cliente lo richiederà.

D. Le aziende possono iniziare a implementare un canale di segnalazione prima che i Paesi adottino la legge?

Certo! E prima è, meglio è, poiché i vantaggi nell’avere una soluzione interna per le segnalazioni sono innumerevoli. Ad esempio, offre a un’azienda l’opportunità di provare diverse opzioni per trovare la soluzione migliore per l’azienda stessa. Inoltre, a seconda della piattaforma scelta, un’azienda deve essere in grado di adattarla facilmente a qualsiasi requisito aggiuntivo previsto dalla legge nazionale.

D. In che modo le aziende si stanno preparando in anticipo rispetto alla scadenza?

Se un’azienda non dispone già di una politica sul whistleblowing, questo è ovviamente il punto di partenza. Tuttavia, indipendentemente dal fatto che abbiano adottato o meno una politica a tal fine, le organizzazioni ci contattano perché sanno di aver bisogno di un modo di gestione delle segnalazioni che soddisfi i requisiti della direttiva.

Suggerimento articolo: Iniziate con l’implementazione del whistleblowing

D. In che modo Whistlelink aiuta le aziende a rispettare la direttiva?

La direttiva impone alle aziende con oltre 50 dipendenti di implementare e gestire canali di segnalazione sicuri ed efficaci. Whistlelink fornisce questo canale nel modulo di una piattaforma online.

Tuttavia, Whistlelink non è stato creato solo per aiutare le aziende a rispettare la conformità. È stato realizzato pensando all’utente. Ovvero, pensando sia a chi lo gestisce che a chi lo deve utilizzare.

D. Altre informazioni

Bastano 10 minuti per impostare l’accesso immediato al pannello di controllo intuitivo e allo strumento di gestione dei casi. Potete personalizzare Whistlelink e scegliere tra 30 lingue per aiutare i dipendenti a effettuare una segnalazione nella loro lingua madre. Tutti i clienti ricevono un pacchetto di avvio per supportare la facile configurazione e che fornisce consigli e modelli su come e dove comunicare il canale di segnalazione.

Maggiori informazioni sul nostro prodotto sono disponibili sul nostro sito web.

D. State notando altre tendenze relative al whistleblowing?

I clienti ci dicono spesso che le segnalazioni relative al Covid-19 sono in aumento. Se queste segnalazioni possono essere considerate segnalazioni di whistleblowing vere e proprie, è puramente dibattibile; ad esempio, so che le organizzazioni stanno ricevendo segnalazioni su chi è vaccinato e no.

Se hai qualche commento su questo articolo o desideri saperne di più su Whistlelink, comunicacelo.

Ti è piaciuto questo articolo?
Spargi la voce.

La Direttiva UE sul whistleblowing in breve

Arianna Tripodi, Whistlelink Territory Manager, Italia

Piattaforma Whistlelink
in italiano

Prova gratuitamente Whistlelink per un mese

La nuova
legge sul
whistleblowing law

WHISTLELINK BLOGCosa leggere dopo...

Indagine interna per presunta cattiva condotta  
Whistleblowing nel settore dei trasporti e della logistica 
6 consigli per creare una buona policy whistleblowing 

FELICE DI INCONTRARTI

Contattaci

Il nostro team sarà lieto di rispondere alle tue domande. Trova la risposta alle tue domande consultando il nostro centro assistenza o compila il modulo sottostante; ti contatteremo il prima possibile. Oppure chiamaci!

Parla con il Territory Manager
Arianna Tripodi

+39 3314022842